Categoria: Serie B

news serie b

Futsal Cornedo, spettacolo e pioggia di gol: blu-amaranto da dieci e lode col Futsal Villorba!

Prestazione di livello dei blu-amaranto che vincono e soprattutto convincono, superando largamente i trevigiani con il punteggio di 10-2 e sopravanzandoli in classifica verso la zona playoff. A segno Boscaro quattro volte, due reti ciascuno per Radujkovic e Moscoso oltre alle reti singole di Savegnago e Zarantonello. Martedì la parentesi di Coppa Divisione, sabato si va a Mestre per la sfida alla Fenice VeneziaMestre.

Cornedo Vicentino (VI) – Netta affermazione dei blu-amaranto che in un pomeriggio pressoché perfetto hanno superato col punteggio di 10-2 il Futsal Villorba. Punteggio largamente (e meritatamente) in favore dei cornedesi – come difficilmente ci si sarebbe potuti aspettare alla vigilia tra due squadre fin prima appaiate in classifica – con il pubblico del Paladegasperi che ha potuto apprezzare nuovamente la squadra spumeggiante e convincente delle prime apparizioni stagionali, anche al netto dell’assenza di Aalders e di qualche meccanismo difensivo ancora da perfezionare. A segno Boscaro con un poker, Radujkovic e Moscoso con una doppietta ciascuno, oltre a Savegnago e Zarantonello. La classifica ora sorride ma resta cortissima, quindi vietato abbassare la guardia.

Martedì spazio alla Coppa Divisione in casa del Petrarca, con i blu-amaranto in campo in formazione rimaneggiata, mentre sabato sarà nuovamente momento del Campionato in casa della sempre ostica Fenice VeneziaMestre.

La cronaca – Pronti, via. Subito occasionissima blu-amaranto con Radujkovic che serve sul secondo palo Ragno, che non trova di qualche centimetro la deviazione decisiva. Gli ospiti provano in contropiede con Bortolini, ma peccano di precisione. Al 3’ Moscoso-Radujkovic da calcio d’angolo impensieriscono ancora la retroguardia villorbese, mentre i trevigiani spingono in ripartenza sfruttando gli spazi di manovra concessi costringendo Rubega ad immolarsi su iniziativa di Bordignon e Bortolini. La partita è vivace e potrebbe sbloccarsi da entrambi i versi, ma al 6’42’’ è Savegnago a pescare il jolly da sinistra e a togliere il tempo a Venier in uscita su azione corale Moscoso-Boscaro-Cabianca per l’1-0. Palla a centrocampo e subito il raddoppio, con Boscaro che dalla destra nella trequarti avversaria sorprende tutta la difesa villorbese con il giovane estremo difensore ospite che può solo intuire. Al 9’ Zornetta mette i brividi colpendo un palo, poi è soltanto monologo cornedese con show personale di Boscaro che al 12’25’’ su azione personale fa il 3-0 e al 15’28’’ serve dalla destra Radujkovic che centralmente appoggia in rete il poker. Nel finale occasioni da entrambe le parti ma il punteggio non cambierà fino al riposo.

Nella ripresa uno scatenato Boscaro fa subito tris personale dopo 32’’ su calcio di punizione, con Vailati che accorcia sul 5-1 approfittando al massimo di un calo di attenzione della difesa blu-amaranto. Al 4’07’’ Moscoso mette in rete di potenza il 6-1, con Radujkovic che conclude in rete al 5’09’’ il 7-1 al termine di una azione corale. Gli ospiti provano la carta del portiere di movimento ma vengono puniti da Boscaro (che fa il proprio poker personale) e da Zarantonello che in pallonetto dalla propria metà campo fa il 9-1 quando siamo al 7’19’’ del secondo tempo. Nei minuti restanti di gara c’è spazio per la rete ospite di Maddalosso ad accorciare sul 9-2 e per il gol della doppietta di Moscoso che mette il punto esclamativo sul definitivo 10-2. Nei minuti finali spazio tra i pali anche per il debutto stagionale di Simone Boscaro, in evidenza con un paio di ottimi interventi.

Il tabellino
Futsal Cornedo – Futsal Villorba 10-2 (p.t. 4-0)
Futsal Cornedo: Sbicego, Donin, Moscoso, Cabianca, Zarantonello, Savegnago, Radujkovic, Ragno, Tecchio, Rubega (C), G. Boscaro, S. Boscaro. All. Albertini
Futsal Villorba: Bordignon, De Vivo, Vailati, Rexhepaj (C), Mazzon, Miceli, Del Piero, Maddalosso, Gastaldon, Bortolini, Zornetta, Venier. All. Regondi
Arbitri: Maurizio Francesco Franco di Como e Nicola Lacrimini di Città di Castello. Crono: Marco Mezzarobba di Conegliano.
Marcatori: 6’42’’ Savegnago (FC), 7’01’’ G. Boscaro (FC), 12’25’’ G. Boscaro (FC) e 15’28’’ Radujkovic (FC) nel p.t.; 0’32’’ G. Boscaro (FC), 1’53’’ Vailati (FV), 4’07’’ Moscoso (FC), 5’09’’ Radujkovic (FC), 5’24’’ G. Boscaro (FC), 7’19’’ Zarantonello (FC), 15’41’’ Maddalosso (FV) e 19’08’’ Moscoso (FC) nel s.t.
Note. Spettatori: 250 ca. Ammonito: Mazzon (FV). Nessun tiro libero.

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Futsal Cornedo, il derby è tuo: col Vicenza ritornano i tre punti!

I blu-amaranto fanno proprio il derby col Vicenza C5 imponendosi col punteggio di 6-4 a Torri di Quartesolo al termine di una gara equilibrata rimasta in bilico fino ai minuti finali. Boscaro e Aalders con una doppietta ciascuno e le reti di Redujkovic e Cabianca sigillano la vittoria cornedese che portano in dote tre punti importanti che sono una boccata d’ossigeno per la classifica. Sabato si torna al Paladegasperi, per l’impegno col Futsal Villorba.

Torri di Quartesolo (VI) – Tre punti d’oro. Il Futsal Cornedo ritorna a gioire nel sentito derby esterno col Vicenza, ottenendo un successo che vale doppio perché – accanto al salto triplo in classifica – utile molto anche per il morale. Nella sfida di tanti ex (Carraro e Zerbato da una parte, Moscoso e Aalders dall’altra) tra due squadre bisognose di punti per cambiare il senso della propria posizione in classifica, la spunta infatti la squadra blu-amaranto che sale a quota 7 punti alla pari di Miti Vicinalis e Futsal Villorba (quest’ultima prossima avversaria al Paladegasperi).

Decidono le reti di Cabianca in avvio di gara, le doppiette di Aalders e Boscaro a cavallo tra primo e secondo tempo oltre al sigillo di Radujkovic nel finale. Unica nota stonata l’espulsione di Aalders per doppio giallo, che sarà costretto a saltare la prossima gara interna con i trevigiani.

La cronaca – Al PalaVillanova di Torri di Quartesolo va in scena una gara equilibrata. I blu-amaranto sbloccano l’incontro per primi, con Cabianca in avvio di gara ben posizionato sul secondo palo a trovare la giusta deviazione su palla spizzata da Aalders. All’8’ El Johari trova il pertugio direttamente da calcio di punizione dal limite per fare 1-1 che rimette in equilibrio l’incontro, con il Vicenza che già a metà primo tempo raggiunge il bonus falli. Nel finale di tempo si accende così il duello tra le squadre che si rispondono colpo su colpo. Prima Aalders porta avanti i cornedesi su tiro libero, poi Zago fa immediatamente pari approfittando di una dormita difensiva. Radujkovic avrebbe tra i piedi la possibilità del 3-2 su tiro libero, ma l’ex Carraro lo ipnotizza e lancia la ripartenza di Zago che in diagonale beffa Rubega per il primo vantaggio locale. Un parziale però che dura nemmeno il tempo di un giro di orologio, con Boscaro che servito centralmente da Cabianca ristabilisce il pari sul 3-3 con cui si va a riposo.

L’inizio di ripresa è incoraggiante per i blu-amaranto con Moscoso e Aalders che provano a rendersi pericolosi, con Boscaro a trovare centralmente lo spazio giusto per inserirsi in percussione personale e calciare di giustezza dove Carraro può solo toccare: al 3’34’’ della ripresa è ancora vantaggio cornedese. A metà secondo tempo Aalders con un tiro di potenza e precisione dalla destra supera Carraro sul suo palo e fa 5-3. Proprio quando la gara sembra indirizzarsi in favore dei blu-amaranto, arriva però l’espulsione per doppia ammonizione dello stesso Aalders a riaprire i giochi. In superiorità numerica Lucca riapre la contesa e fa 4-5, col Vicenza che preme sull’acceleratore col portiere di movimento. Un Rubega monumentale chiude tutti i varchi possibili ed immaginabili, mantenendo invariato il punteggio fino al definitivo 5-3 cornedese di Radujkovic che libera il tifo blu-amaranto.

Il derby è (ancora) nostro!

Il tabellino
Vicenza C5 – Futsal Cornedo 4-6 (p.t. 3-3)
Vicenza C5: Carraro, Altissimo, Lovato, Saterini, Zerbato, Zeppa, El Johari, Lucca (C), Zago, Pizarro, De Chiara, Bellotto. All. Candeo
Futsal Cornedo: Rubega, Moscoso, Zarantonello, Radujkovic, Tecchio, Rubega (C), Aalders, Cabianca, G. Boscaro, Gonella, S. Boscaro, Donin. All. Albertini
Arbitri: Krizia Zucchiatti di Tolmezzo e Emidio Maria Cicchetti di Pordenone. Crono: Gianmarco Laggia di Mestre.
Marcatori: 2’03’’ Cabianca (FC), 7’42’’ El Johari (V), 16’14’’ t.l. Aalders (FC), 16’43’’ Zago (V), 17’02’’ Zago (V) e 17’44’’ Boscaro (FC) nel p.t.; 3’34’’ Boscaro (FC), 10’26’’ Aalders (FC), 13’06’’ Lucca (V) e 18’28’’ Radujkovic (FC) nel s.t.
Note. Spettatori: 200 ca. Ammoniti: Zeppa, Pizarro, Zago e Lucca (V); Aalders, Gonella e Zarantonello (FC). Espulso: al 12’14’’ s.t. Aalders (FC) per doppia ammonizione. Tiri liberi: 0/0 (V); 1/2 (FC).

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Futsal Cornedo, così non va: blu-amaranto ko 5-4, il Maccan Prata fa bottino pieno!

Continua il momento no per i blu-amaranto che a Pordenone incappano nella seconda sconfitta stagionale. 5-4 il punteggio finale in favore dei padroni di casa del Maccan Prata, che nei secondi finali agguantano con Spatafora tre punti legittimati durante tutto il corso dell’incontro. Per i blu-amaranto inutili le reti di Aalders (doppietta), Boscaro e Donin. Espulso Ragno, che sabato prossimo dovrà saltare la (ora più che mai) delicatissima trasferta di Vicenza.

La cronaca – Gara equilibrata in avvio, con entrambe le squadre che provano a saggiare i riflessi del portiere avversario. Col passare dei minuti sono i padroni di casa a prendere in mano il pallino del gioco, costringendo Rubega agli straordinari. I cornedesi non stanno a guardare ma faticano a pungere, mentre i padroni di casa creano molte occasioni importanti colpendo anche un palo con Vulikic. Al 14’ sono però i blu-amaranto a passare in vantaggio capitalizzando con Aalders un contropiede di Boscaro; i padroni di casa subiscono il colpo e – nemmeno il tempo di riprendere il gioco – subiscono anche l’immediato raddoppio firmato da Boscaro, che con una soluzione personale insacca il raddoppio una manciata di secondi più tardi. Il Futsal Cornedo – con addosso anche il peso del bonus falli – sembra però spegnersi nei minuti finali del tempo lasciando spazio alle iniziative locali, che trovano stavolta finalizzazione. Vulikic accorcia sul 2-1 insaccando su rimessa laterale di Stendler, andando vicino anche al gol del pari annullato tra le proteste. Pareggio che arriva comunque al 18’ con Stendler che si trasforma da uomo assist a goleador, liberandosi della marcatura diretta di Moscoso e superando Rubega con un diagonale dalla sinistra. A 2’’ dal riposo la doccia fredda della rete di Aziz, che porta i pordenonesi al primo (meritato) vantaggio della gara dopo che lo stesso Aziz aveva mancato di un soffio la rete anche qualche secondo prima.

 

La ripresa mette nuovamente l’incontro sui binari del pareggio, con Aalders a ribattere in rete la respinta del portiere avversario su tentativo di Ragno dalla sinistra. Ragno è costretto a lasciare il campo per l’espulsione rimediata per doppia ammonizione al 4’ ed i padroni di casa capitalizzano immediatamente la superiorità numerica, andando a segno ancora con Vulikic. I blu-amaranto sono vivi e ristabiliscono nuovamente la parità con un diagonale dalla sinistra di Donin che mette a segno la sua prima rete in maglia cornedese. Un gol che non sarà però sufficiente ad evitare la sconfitta, perché i padroni di casa alzano il baricentro e i blu-amaranto – dopo una strenua resistenza capeggiata da Rubega (indubbiamente migliore in campo tra i suoi) – devono arrendersi a Spatafora, che a 24’’ dal termine sigla il 5-4 finale sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Il tabellino
Maccan Prata – Futsal Cornedo 5-4 (p.t. 3-2)
Maccan Prata: De Reggi, Bottega, Fabbro, Vulikic, Sansica, De Bernardo, Aziz (C), Stendler, Grigolon, Spatafora, Bortolin, Marchesin. All. Bovolenta.
Futsal Cornedo: Rubega (C), Moscoso, Zarantonello, Savegnago, Radujkovic, Tecchio, Aalders, Cabianca, Boscaro, Donin. All. Albertini.
Arbitri: Anzisi di Mantova e Filippi di Bergamo. Crono: Tasca di Treviso.
Marcatori: 13’52” Aalders (FC), 14’14” Boscaro (FC), 16’49” Vulikic (MP), 18’01” Stendler (MP), a 19’58” Aziz (MP); 2’47” Aalders (FC), 3’54” Vulikic (MP), 5’48” Donin (FC) e 19’36” Spatafora (MP) nel s.t.
Note. Spettatori: 200 ca. Ammoniti: Stendler e Grigolon (MP); Ragno, Aalders e Boscaro (FC). Espulso: Ragno (FC) per doppia ammonizione. Allontanato Bovolenta (all. MP). Tiri liberi: 0/0 (MP); 0/0 (FC).

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Futsal Cornedo, due punti gettati al vento: blu-amaranto fermati sul 2-2 dall’Olympia Rovereto!

Prestazione opaca per i blu-amaranto che nella terza giornata di Serie B impattano per 2-2 con la neopromossa Olympia Rovereto. Di Aalders nel primo tempo e di Ragno ad inizio ripresa le reti blu-amaranto, poi l’improvviso black-out e la (mezza) rimonta ospite. Sabato prossimo a Pordenone si fa visita al Maccan Prata.

Cornedo Vicentino (VI) – Nella terza giornata del Campionato Nazionale di Serie B i blu-amaranto non vanno oltre al pareggio contro i trentini, che al Paladegasperi strappano il primo punto del futsal nazionale. Non bastano le reti di Aalders in avvio di gara e il raddoppio di Ragno ad inizio ripresa per avere la meglio degli avversari di giornata, che poi approfittano del calo generale dei cornedesi e infilano il 2-2 con Calabrò e Fiorini.

 

Prestazione incolore che sa più di due punti buttati che di un punto guadagnato, per una squadra che nella ripresa è sembrata priva di mordente e incapace di reagire al ritorno ospite. Sabato prossimo a Pordenone servirà molto di più contro un agguerrito Maccan Prata.

La cronaca – Eppure l’inizio sembrava promettere al meglio, con i blu-amaranto per lunghissimi tratti padroni del campo e subito pericolosi con Ragno dalla destra a far tremare il palo della porta difesa da Perottoni. La rete di Aalders – percussione dalla sinistra, con il diagonale sporcato dal difensore che stavolta non lascia scampo al portiere – sembra mettere tutto in discesa ma un’infinità di azioni non concretizzate permettono ai roveretani di restare in partita e di trascinare il minimo scarto fino a fine primo tempo. Molto giro palla per i padroni di casa che però non pungono fermati dalla retroguardia ospite, dai legni e da tanta imprecisione. Aalders cerca il raddoppio da sinistra ma manca di precisione, Cabianca servito da Moscoso si fa ipnotizzare a tu per tu con Perottoni, Donin viene “steso” da Calabrò prima di poter arrivare alla conclusione, Moscoso da fuori calcia due volte alto, Zarantonello fa tutto bene e serve Ragno sul secondo palo che manca la deviazione di un soffio, Boscaro chiuso da Perottoni in azione personale, Aalders che prova senza successo dal limite la girata sul palo opposto e “dulcis in fundo” la traversa colpita da Radujkovic: tante, troppe occasioni non concretizzate. Nel mezzo le fiammate ospiti con Scalet – servito da Zanini – fermato da un riflesso di piede di Rubega nella prima parte di tempo e sempre con Scalet-Calabrò nel finale del primo tempo.

Tutto semplice? Macché. Nella ripresa la musica cambia, con un calo inspiegabile dei padroni di casa che lasciano spazio al ritorno degli ospiti. Dopo il raddoppio di Ragno (palla messa in mezzo dalla sinistra che termina in rete nella selva intricata di gambe a centro area) la luce sembra infatti spegnersi, così come già successo a Belluno. Due lampi di Boscaro lasciano poi lo spazio all’Olympia; Zanini costringe Rubega al miracolo sulla breve distanza, con Scalet, Civettini e Marisa a replicare e a far capire di non voler per nulla prendere la parte della vittima sacrificale. La traversa colpita da Prighel a metà esatta della ripresa è soltanto il preludio al gol di Calabrò, che riapre le sorti del match a qualunque finale. Il Futsal Cornedo si riscopre fragile mentre l’Olympia riprende fiducia con il passare dei minuti, con i tentativi imprecisi di Scalet e Fratacci in fase offensiva e Perottoni bravo a chiudere su Boscaro. E così, puntuale come un orologio svizzero, al 16’41’’ il pareggio di Fiorini con una puntata centrale ristabilisce il pareggio. Risultato che non si sbloccherà più, nonostante i vani tentativi blu-amaranto con il portiere di movimento e la ghiotta occasione per Cabianca salvata sulla linea di porta.

Finisce così con la consapevolezza che si può (e bisogna) fare di più. Magari già da sabato, in trasferta contro un Maccan Prata diretto concorrente per una tranquilla salvezza.

Il tabellino
Futsal Cornedo – Olympia Rovereto 2-2 (p.t. 1-0)
Futsal Cornedo: Petkovic, Sbicego, Moscoso, Zarantonello, Radujkovic, Ragno, Tecchio, Rubega (C), Aalders, Cabianca, G. Boscaro, Donin. All. Albertini
Olympia Rovereto: Perottoni, Bazzanella, Zanini (C), Calabrò, Fratacci, Marisa, Fiorini, Carella, Tita, Civettini, Scalet, Prighel. All. Sordo
Arbitri: Fabio Perez di Milano e Amir Krupic di Brescia. Crono: Daniel Borgo di Schio
Marcatori: 2’43’’ Aalders (FC) nel p.t.; 0’29’’ Ragno (FC), 11’08’’ Calabrò (OR) e 16’41’’ Fiorini (OR) nel s.t.
Note. Spettatori: 200 ca. Nessun provvedimento disciplinare. Tiri liberi: 0/0 (FC); 0/0 (OR).

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Futsal Cornedo, buio pesto nella trasferta bellunese: Canottieri corsara 7-3 alla Spes!

Brusco stop esterno per i cornedesi in giornata no, fermati dai bellunesi con un netto 7-3 che non lascia spazio ad interpretazioni: di Giuliano Boscaro (doppietta) e Ragno nel finale le reti della bandiera blu-amaranto. Sabato prossimo bisognerà voltare pagina, perché al Paladegasperi arriverà l’Olympia Rovereto in un match da non sbagliare.

Belluno (BL) – Mister Albertini era stato profetico in fase di presentazione della gara: nonostante le due vittorie di inizio stagione l’obiettivo era quello di tenere i piedi ben piantati per terra, a maggior ragione perché di fronte ci sarebbe stato un avversario affamato e determinato.

 

E la Canottieri Belluno – ahinoi – ha puntualmente dimostrato di esserlo confermandosi come sempre una squadra ostica, a maggior ragione nel campo amico della Spes Arena. Netto il risultato finale di 7-3 che rispecchia a pieno le differenze emerse nella gara, con i blu-amaranto apparsi la brutta copia di loro stessi ed incapaci di mettere in pratica le indicazioni tecniche su cui si era lavorato in settimana. Dall’altra parte Alba fa il bello e il cattivo tempo e spiana la strada al vantaggio locale al minuto 2’40’’, liberandosi della diretta marcatura e superando Rubega in uscita. Poco più tardi il portiere blu-amaranto nega il raddoppio allo spagnolo, opponendosi stavolta in maniera efficace al tentativo del numero 10 bellunese. Il Futsal Cornedo manovra e prova a rispondere con Ragno e Aalders, sui quali Del Prete fa buona guardia. Il Belluno in salsa spagnola si rende ancora pericoloso con Iglesias (che calcia però di poco fuori) mentre la risposta cornedese è affidata sempre a Ragno, che dalla distanza non trova però il pertugio giusto. Spazio che trova invece Reolon, all’8’33’’ con un tiro dalla destra che sembra destinato a lato ma che con un rimbalzo beffardo inganna Rubega che di fatto insacca alle proprie spalle. Massimo risultato con il minimo sforzo per i bellunesi, al contrario dei blu-amaranto che tengono possesso della palla, creano occasioni (di Tecchio e Cabianca le più pericolose) ma mancano di mordente e devono spendere falli per fermare le ripartenze locali. Falli – alcuni dei quali generosi, a dir la verità – che si trasformano in tiri liberi, con Alba e Iglesias che però graziano gli ospiti e lasciano il parziale sul 2-0. Sembra essere la sveglia per i blu-amaranto che impegnano Del Prete con Radujkovic dalla destra e con Aalders sugli sviluppi di un angolo, senza però successo alcuno. E proprio quando il tempo scorre verso l’intervallo un lampo in ripartenza di Giuliano Boscaro permette al Futsal Cornedo di rifarsi sotto, con un pregevole scavetto che – stavolta – non lascia scampo al portiere locale. Nonostante tutto il punteggio è ancora in bilico.

Nella ripresa i blu-amaranto sembrano entrare con un piglio diverso rispetto alla prima frazione, ed ancora Giuliano Boscaro dopo 2’06’’ ristabilisce una parità che fino ad un certo punto sembrava una chimera. La speranza che si accende e si spegne quasi subito, con Alba (ancora lui) che al 2’39’’ fa 3-2. Un gol che si fa sentire eccome, perché i cornedesi vanno il black-out e concedono a Dal Farra il 4-2. I tentativi di reazione sono un fuoco di paglia, con Boscaro, Aalders e Tecchio che non trovano fortuna e mettono in evidenza quanto sia avversa la sorte in fase offensiva. Il risultato è reso ancora più amaro dalla rete di Boso e dall’autogol di Savegnago nel tentativo di liberare l’area da un’azione avversaria. Albertini prova la carta di Cabianca portiere di movimento senza i frutti sperati, perché saranno i bellunesi ad allungare sul 7-2 con Savi prima del definitivo 7-3 di Ragno che rende soltanto meno amara una pillola comunque difficile da ingoiare.

Il tabellino
Canottieri Belluno – Futsal Cornedo 7-3 (p.t. 2-1)
Canottieri Belluno: Salvador, Sitran, De Battista, Savi, Reolon, Orsi, Dal Farra, Boso, Alba, Iglesias, Del Prete, Robson. All. Bortolini
Futsal Cornedo: Sbicego, Moscoso, Savegnago, Radujkovic, Ragno, Tecchio, Rubega (C), Aalders, Cabianca, G. Boscaro, S. Boscaro, Donin. All. Albertini
Arbitri: Sirio Lanuti di Modena e Luca Levis di Ravenna. Crono: Enrico Barracano di Treviso.
Marcatori: 2’40” Alba (CB), 8’33” Reolon (CB) e 19’50” G. Boscaro (FC) nel p.t.; 2’06” G. Boscaro (FC), 2’39” Alba (CB), 3’01” Dal Farra (CB), 8’57” Boso (CB), 11’18” aut. Savegnago (CB), 16’56” Savi (CB) e 19’54” Ragno (FC) nel s.t.
Note. Spettatori: 200 ca. Ammoniti: Robson e Alba (CB); Rubega e Aalders (FC). Tiri liberi: 0/2 (CB); 0/0 (FC).

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Photo by ©Andrea Dalla Libera

Futsal Cornedo, sfatato il tabù mestrino: settebello all’esordio in campionato!

Parte con una bella vittoria la stagione – in un Paladegasperi ancora una volta sesto uomo in campo – con i blu-amaranto che calano il settebello sfatando il tabù Città di Mestre: di Aalders (doppietta), Radujkovic, Savegnago, Ragno, Cabianca e Moscoso le reti locali. Sabato prossimo la trasferta a Belluno in casa della Giesse Canottieri.

 

Cornedo Vicentino (VI) – Inizio migliore non poteva esserci per i blu-amaranto che, nel debutto casalingo in campionato, hanno superato con un imponente 7-4 i veneziani del Città di Mestre. Una prestazione positiva per il Futsal Cornedo che riesce a mettere in saccoccia i tre punti, ottenendo quella vittoria che ormai era diventata un tabù contro gli arancioneri di Frizziero.

 

Primo tempo equilibrato con i cornedesi che sbloccano con Radujkovic e poi subiscono la rimonta ospite con Sanchez e Agatea, raddrizzando le sorti della gara nel minuto finale del primo tempo con Savegnago e Ragno dopo che Saviolo aveva sbagliato il possibile tiro libero dell’allungo mestrino.

Nella ripresa la rete di Aalders allunga il margine di sicurezza, con l’espulsione di Saviolo che dà il via libera anche alla rete del 5-2 sempre di Aalders. Ouddach riapre parzialmente i giochi ma Cabianca e Moscoso allungano nuovamente fino al 7-3 sfruttando gli errori ospiti con il portiere di movimento. Nei secondi finali Sanchez rende meno amaro il passivo per i mestrini, ma stavolta sono i blu-amaranto a fare festa e a portare a casa subito tre punti preziosi nella corsa alla salvezza.

La cronaca – Assenti Boscaro per squalifica e Cracco per infortunio, mister Albertini manda in campo Rubega tra i pali, Ragno, Cabianca, Redujkovic e Aalders. La gara regala subito i primi sussulti, con i blu-amaranto che sbloccano la gara per primi concretizzando la maggior padronanza del campo mostrata nei primi minuti: al 2’44’’ infatti è Radujkovic a prendersi la scena, recuperando palla dalla sinistra e mettendo il pallone sotto l’incrocio opposto accentrandosi e liberandosi della diretta marcatura per le rete dell’1-0. Gara che inevitabilmente prende il volo, con Rubega costretto a superarsi in due occasioni su Ouddach e Agatea. Ospiti arancioneri che pervengono al pareggio a metà primo tempo, con Sanchez lesto ad approfittare dello spazio lasciato dalla retroguardia su un calcio d’angolo per l’1-1. Ouddach si conferma autentica spina nel fianco per i cornedesi con Rubega costretto ancora agli straordinari, mentre dall’altra parte Aalders si trova chiuso in calcio d’angolo e Moscoso vede parato il proprio diagonale da Villano. Gli ospiti crescono di intensità e concretizzano il loro miglior momento con il contropiede sulla fascia sinistra di Agatea, lasciato troppo libero di incrociare sul palo opposto dove un comunque monumentale Rubega non può arrivare. Il Città di Mestre conduce nel punteggio e al 18’26’’ avrebbe un’occasionissima per allungare, con Saviolo che però calcia a lato il tiro libero ottenuto per il sesto fallo blu-amaranto. La reazione – orgogliosa – del Futsal Cornedo non tarda ad arrivare perché sul capovolgimento di fronte arriva invece il pareggio firmato da Savegnago, con una botta imparabile dalla sinistra sotto il sette che non lascia scampo a Villano. Galvanizzati dal pareggio i blu-amaranto spingono sull’acceleratore, andando nuovamente in vantaggio con Ragno che con un incursione dalla destra trova il varco giusto per la gioia cornedese, dopo che anche Radujkovic aveva sfiorato la rete.

Nella ripresa pressoché immediato il gol di Aalders che sigilla il 5-2 e amplia il margine tranquillità, con Ragno che invece si vede chiudere la strada sul calcio di punizione. Ancora uma volta il Città di Mestre preme alla ricerca della rete ma un Rubega in giornata di grazia chiude tutti o varchi su Sanchez, Ouddach e Zakouni; blu-amaranto pericolosi in avanti con Savegnago e Moscoso. Saviolo, già ammonito, paga a carissimo prezzo con l’espulsione un tocco di mano sulla trequarti e i blu-amaranto approfittano subito della superiorità numerica con Aalders che sul secondo palo trasforma nel 5-2 l’assist di Cabianca. Un calo di tensione blu-amaranto permette agli ospiti di rifarsi pericolosi con Biancato e Sanchez, sfruttando con Ouddach ancora un errato posizionamento difensivo su calcio d’angolo per il 5-3 che riapre parzialmente il match. I mestrini provano così il tutto per tutto inserendo il portiere di movimento, mossa che però fa il gioco cornedese lasciando spazio alle reti di Cabianca e Moscoso per il 7-3. Ad una manciata di secondi dalla fine la rete di Sanchez rende meno amaro il passivo per gli ospiti in un Paladegasperi già tutto in piedi per festeggiare una vittoria preziosa.

Il tabellino
Futsal Cornedo – Città di Mestre 7-4 (p.t. 3-2)
Futsal Cornedo: Sbicego, Donin, Moscoso, Cabianca, Zarantonello, Savegnago, Radujkovic, Ragno, Tecchio, Rubega (C), Aalders, S. Boscaro. All. Albertini
Città di Mestre: Villano, Ouddach, Scandagliato, Zakouni, Biancato, Zanatta, Zanardo, Saviolo, Agatea, Semenzato, Azzalin, Sanchez. All. Frizziero
Arbitri: Silvia Volonterio di Como e Roberto Martinelli di Torino. Crono: Andrea Dalla Costa di Schio.
Marcatori: 2’44” Radujkovic (FC), 10’38” Sanchez (CM), 17’16” Agatea (CM), 18’40” Savegnago (FC) e 19’27” Ragno (FC) nel p.t.; 1’14” Aalders (FC), 10’23” Aalders (FC), 13’12” Ouddach (CM), 17’39’’ Cabianca (FC), 19’02’’ Moscoso (FC) e 19’29’’ Sanchez (CM) nel s.t.
Note. Spettatori: 300 ca. Ammoniti: Radujkovic e Rubega (FC); Saviolo (CM). Espulso: 9’30’’ s.t. Saviolo (CM) per doppia ammonizione. Tiri liberi: 0/1 (FC); 0/1 (CM)

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Futsal Cornedo, partenza col b…otto: blu-amaranto scatenati nel derby col Vicenza!

Debutto coi fiocchi per i cornedesi che nella prima gara ufficiale della stagione impongono un netto stop ai cugini biancorossi nel derby d’esordio della fase a gironi della Coppa Italia di Serie B. Nella splendida cornice di un Paladegasperi come sempre stracolmo di tifosi, appassionati e curiosi, i ragazzi di Albertini passano infatti col punteggio di 8-1 con le reti di Ragno (suo il primo gol stagionale), Aalders, Radujkovic e Cabianca nel primo tempo e di Moscoso, Boscaro e Sbicego (doppietta) nella ripresa. Sabato prossimo blu-amaranto di scena ancora al Paladegasperi per iniziare con la marcia giusta anche il campionato, stavolta contro i veneziani del Città di Mestre.

 

Cornedo Vicentino (VI) – Esordio da ricordare per i blu-amaranto, che alla prima gara ufficiale della stagione superano con un eloquente 8-1 i cugini del Vicenza nel primo atto di Coppa Italia di categoria: i ragazzi di Albertini non tradiscono le aspettative facendo proprio un match indirizzato già dai primi minuti di gioco, con le reti di Ragno e Aalders in avvio e le marcature di Radujkovic e Cabianca in chiusura di primo tempo a dare il via libera al successo reso più ampio nella ripresa dal “fresco ex” Moscoso (alla pari di Carraro e Zerbato nelle fila biancorosse), da Boscaro e dalla doppietta di Sbicego. Del capitano ospite Lucca la rete della bandiera per i giovani biancorossi.

Una prova da applausi di tutto il collettivo, con un’ampia rotazione e risposta positiva da parte dei 12 effettivi che lascia ben sperare per l’imminente inizio di Campionato previsto sabato prossimo alle 15.00 sempre al Paladegasperi, dove arriverà il Città di Mestre.

La cronaca – Prime scaramucce di gara con iniziativa offensiva biancorossa di Zeppa, che poco più tardi dovrà invece immolarsi in difesa per chiudere su un’occasionissima di Aalders. Al 2’ sono proprio i blu-amaranto a passare in vantaggio con Ragno, che di mancino sugli sviluppi di calcio d’angolo mette a segno la prima rete ufficiale della stagione cornedese scatenando il boato del Paladegasperi. Un boato che continua fino alla rete – pressoché immediata – del raddoppio firmata da Aalders a conclusione di un rapido contropiede. La partita si mette in discesa per i padroni di casa che si spingono in avanti con Radujkovic e Sbicego, mentre Rubega fa buona guardia su Zago e su Pizarro che insieme a Zeppa sono i più attivi sul fronte offensivo biancorosso. Dall’altra parte Boscaro si fa ipnotizzare da Carraro nell’uno contro uno, ma qualche minuto più tardi inventa l’assist d’oro per Radujkovic che insacca sul secondo palo per il tris dei padroni di casa. Appena il tempo di esultare e di mettere palla a centrocampo ed è un’altra rete blu-amaranto, ancora festa in campo e sugli spalti per il poker siglato da Cabianca. Prima del riposo spazio anche per un’occasione per Donin, parato da Carraro.

La ripresa inizia con una ghiotta occasione biancorossa su punizione di Lucca, che la difesa cornedese neutralizza e trasforma in oro sul capovolgimento di fronte: è il fresco ex Moscoso a recuperare palla e a insaccare saltando l’opposizione di Carraro (altro ex di turno) per il 5-0. Un inizio di ripresa a spron battuto per i ragazzi di Albertini che premono sull’acceleratore con Cabianca – fermato da Carraro – e che passano per la sesta volta con Sbicego, che conclude a rete l’uno-due con Aalders. Zago prova ad accorciare le distanze ma trova ancora pronto Rubega, che tiene ancora inviolata la propria porta; dall’altra parte risponde presente Carraro, negando il settebello a Boscaro con un riflesso sulla brevissima distanza. Poco più tardi però è lo stesso Boscaro a prendersi la soddisfazione personale, su assist di Savegnago, per il 7-0 che potrebbe subito diventare 8-0 se non fosse per il palo che 40’’ gli nega la doppietta. Nell’ultimo quarto di gara subentra Cracco a difesa della porta blu-amaranto, mettendosi subito in evidenza sul tentativo di Lovato. Al 15’ si mette in mostra Zerbato su calcio di punizione che termina di poco a lato, con il Vicenza che al 17’ perviene comunque alla rete della bandiera con capitan Lucca in contropiede. Al 18’ Saterini, su suggerimento dalla destra di Pizarro, divora il gol del possibile 7-2 biancorosso lasciando spazio nel finale alla rete della doppietta personale di Sbicego (assist di Savegnago) che mette il punto esclamativo sull’8-1 finale.

Il tabellino
Futsal Cornedo – Vicenza C5 8-1 (p.t. 4-0)
Futsal Cornedo: Sbicego, Donin, Moscoso, Zarantonello, Savegnago, Radujkovic, Ragno, Cabianca, Rubega (C), Aalders, Cracco, Boscaro. All. Albertini
Vicenza C5: Carraro, Altissimo, Lovato, Saterini, Zerbato, Zeppa, Lucca (C), Zago, Pizarro, De Chiara, Bellotto. All. Trentin
Arbitri: Elena Lunardi di Padova e Sonny Vidali di Adria. Crono: Stefano Billo di Vicenza.
Marcatori: 1’55’’ Ragno (FC), 3’44’’ Aalders (FC), 16’05’’ Radujkovic (FC) e 16’42’’ Cabianca (FC) nel p.t.; 0’47’’ Moscoso (FC), 2’55’’ Sbicego (FC), 10’56’’ Boscaro (FC), 17’19’’ Lucca (V) e 19’48’’ Sbicego (FC) nel s.t.
Note. Spettatori: 400 ca. Nessun provvedimento disciplinare. Tiri liberi: 0/0 (FC); 0/0 (V)

La fotogallery
Rivivi le emozioni del derby tramite le immagini scattate dal nostro Paolo Facchinetti e caricate sulla nostra pagina Facebook al seguente link: https://www.facebook.com/pg/futsalcornedo.it/photos/?tab=album&album_id=1969055859976842

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

“Futsal Cornedo, ultimo botto di mercato. C’è Granci Moscoso: “Sono carico, felice di essere qui!”

Scritto da Luca Consolaro

Si chiude l’estate blu-amaranto con l’arrivo dell’estroso universale classe 1988 di origini dominicane, che arriva a Cornedo con un importante bagaglio di esperienza nella categoria e con una grande carica in vista della nuova avventura: “Sono felice di essere qui, si respira aria di futsal. Conosco bene i compagni e l’ambiente, spero di ripagare ben presto la fiducia della società. Non poniamoci limiti, diamo il massimo e poi tiriamo le somme: con la carica del Paladegasperi sarà tutto più bello.”La rosa cadetta è al completo, dalla prossima settimana la parola passa al campo per l’inizio della preparazione in vista della nuova impegnativa stagione.

Cornedo Vicentino (VI) – Il Futsal Cornedo mette il “punto esclamativo” sul mercato e annuncia l’arrivo dell’universale Granci Moscoso, classe 1988 nativo di Santo Domingo che porta talento ed esperienza nel roster a disposizione di mister Albertini.

Esperienza nel futsal che matura in diversi ambienti del vicentino, a partire nel 2011 da Montecchio dove vince subito il campionato di Serie C1 e dalla stagione successiva ha la possibilità di misurarsi in un campionato nazionale. Nel 2013 il passaggio all’AVM Elettronica Vicenza in C1, prima di vivere un importante triennio col Vicenza C5 in Serie B coronata dal raggiungimento della Final Eight di Coppa Italia nel 2015/16. Nella passata stagione anche una prima parte di stagione all’Arzignano in Serie A2, dove però non è mai potuto scendere in campo per problemi burocratici.

Ora il passaggio in blu-amaranto: “Sono molto felice di questa possibilità. Le sensazioni sono state subito bellissime perché sono arrivato in un club dove si vive di calcio a 5 da molti anni e dove hanno militato in passato grandi giocatori, uno su tutti Mauro Canal. La grande fiducia riposta in me dalla società e dal mister è stata determinante.”

Per Moscoso, già passato più volte da avversario al Paladegasperi, è tempo di presentazioni al suo nuovo pubblico: “Sono un giocatore dinamico e grintoso e do sempre tutto per la maglia che indosso. Conosco diversi elementi di questo gruppo – in particolare Aalders con cui ho giocato al Vicenza C5 e Radujkovic che è un mio grande amico fuori dal campo – e penso che non dovremo porci limiti ed obiettivi, ma giocare ogni partita al massimo e tirare le somme alla fine. Sicuramente tutti dovranno avere paura di noi tutti perché saremo molto agguerriti”.

Una carica in più che arriva anche dal pubblico di casa: “Quando entri al palazzetto provi una sensazione pazzesca perché si percepisce da lontano un miglio che qui si respira un’aria diversa. Alla nostra tifoseria dico di venire numerosi perché ci sarà da divertirsi e avremo bisogno di loro”.

Benvenuto Mosco!

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Serie B, il primo rinforzo è un ritorno: Nicola Savegnago è (di nuovo) blu-amaranto

Futsal Cornedo, il primo rinforzo è un ritorno: Nicola Savegnago è (di nuovo) blu-amaranto PDF
News – Serie B
Scritto da Luca Consolaro
Mercoledì 12 Luglio 2017 15:55
Dopo le moltissime riconferme, arriva la prima novità in entrata della rosa blu-amaranto che si appresta ad affrontare il secondo campionato cadetto consecutivo. Una novità che in realtà ha ben poco da scoprire, perché per Nicola Savegnago si tratta – di fatto – di un nuovo ritorno a casa nella squadra che lo ha visto crescere. Il presidente Bulleghin: “Felici di riabbracciare un ragazzo cresciuto nel nostro vivaio: ci aspettiamo molto da lui”. Il figliol prodigo: “Non mi sento un nuovo acquisto; felice di essere tornato in famiglia”

Cornedo Vicentino (VI) – Se, già dalle prime riconferme, si era capito che la società era al lavoro per costruire una rosa importante per affrontare il secondo anno tra i cadetti, ora arriva anche il momento delle prime novità. Come detto, il lavoro sotto traccia della dirigenza ha l’obiettivo di puntellare la rosa dei confermati con quei giusti innesti che permettano di puntare ad un campionato all’insegna della tranquillità con – magari – uno sguardo alla prima metà della classifica.

Il primo colpo di mercato in entrata piazzato dal direttore sportivo Robertino Negro risponde al nome di Nicola Savegnago, uno che a Cornedo non ha sicuramente bisogno di tante presentazioni. Il laterale classe 1985 cresce infatti nel settore giovanile blu-amaranto fino al debutto in Serie A2, passando nel 2007/08 a Verona in A2 e a Montebello in C1. Ritorna a Cornedo dove resta per tre stagioni tra C2 (con un successo nei playoff) e C1 (con una Coppa Veneto sul campo). Nel 2010/11 il passaggio alla Blue Team Trissino in C2 dove disputa tre ottime stagioni, anche qui tra C2 e C1, conquistando due promozioni nella massima serie regionale e poi tra i cadetti con quasi 80 reti realizzate in tre annate in maglia blues. Il suo secondo ritorno a Cornedo è nella stagione 2014/15, dove disputa un ottimo campionato di Serie C1, prima di passare per due stagioni al Valdagno con cui vince Campionato e Coppa Veneto di Serie C2.

Per lui quest’anno dunque, il terzo ritorno a casa per vivere da protagonista una nuova avventura in un campionato nazionale. “Siamo molto felici di riabbracciare un ragazzo cresciuto nel nostro vivaio – spiega il presidente Stefano Bulleghin – per noi è uno di famiglia e ci aspettiamo molto da lui, sia in termini di prestazioni sul campo, che soprattutto di aiuto nella crescita dei ragazzi che si metteranno in gioco in prima squadra”.

“Non mi sento un nuovo acquisto, ma provo la sensazione di essere tornato a casa – ecco le prime parole di Savegnago da giocatore del Futsal Cornedo – nel posto dove ho imparato tutto quello che so di questo sport. Ho scelto Cornedo innanzitutto perché mi permette di tornare in una categoria nazionale come la Serie B, ma anche perché mi sento stimolato a giocare in un Paladegasperi sempre pieno, con una tifoseria così calda e appassionata”.

E le motivazioni di certo non mancano: “Ho tanta voglia di rivalsa; voglio rimettermi in gioco e dimostrare a qualcuno che posso dire ancora molto in Serie B. Dell’attuale rosa conosco quasi tutti; con qualcuno ho già giocato, qualcuno è amico fuori dal campo e addirittura qualcuno l’ho pure allenato… È bello sapere di tornare dove trovi tanti amici”.

Savegnago torna nel pieno della maturità agonistica: “Sono una testa dura e uno che non molla mai; mi definirei un guerriero dentro e fuori dal campo. La stagione che ci aspetta è nelle nostre mani; dovremo meritarci le soddisfazioni che vogliamo toglierci. Obiettivo? Far diventare il Paladegasperi un incubo per gli avversari! Dovremo cercare di migliorare rispetto all’anno scorso specialmente le partite contro le squadre che lottano per la salvezza”.

Messaggio alla tifoseria? “Che un piccolo paese può essere un grande alleato per il cammino che ci aspetta. Ho visto tante partite e so quanto la città è coinvolta da questa squadra. Credo si possa fare ancora meglio: chiedo alla gente di essere sempre presente e, perché no, non provare a portare un amico al palazzetto per aumentare ancora di più il numero dei tifosi”.

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it

Rinnova l’arma Cabianca

Dal settore giovanile alla Serie B. Fabio Cabianca è uno dei ragazzi che negli anni ha saputo ritagliarsi spazi sempre più importanti, crescendo di pari passo con la squadra nell’entusiasmante scalata dalla Serie C2 al campionato cadetto. 🔝

Un percorso ed una stagione in crescendo per lui, fino al preziosissimo poker  nella vittoriosa trasferta in casa della corazzata Faventia. Una stagione ricca di insegnamenti, che potranno essere utili per il futuro: “Ringrazio la società per la fiducia che ha riposto in me. La stagione passata è stata travagliata ma anche ricca di soddisfazioni, culminata con il conseguimento del principale obiettivo che ci eravamo posti, ovvero la salvezza. Mi auguro che nella prossima stagione l’esperienza maturata possa condurci ad un risultato ancor più gratificante”.