A pochi giorni dall’ufficializzazione della conferma di Ranieri, il club definisce l’intesa con un dirigente di grande spessore, che dopo aver svolto tutta la trafila delle giovanili bluamaranto, ha accumulato esperienza a Trissino, Valdagno e Isola: “La passione che si respira qui è unica; da subito al lavoro per il nostro futuro”

 

CORNEDO – Non si ferma la programmazione del Futsal Cornedo per la prossima stagione. Dopo aver confermato Pablo Ranieri alla guida tecnica della squadra, il club ufficializza il ritorno a casa di Michele Pretto, che ricoprirà il ruolo di direttore generale. Nato il 23 ottobre 1992, svolge da giocatore tutta la trafila delle giovanili del Futsal Cornedo, prima di intraprendere un percorso tecnico che lo vede protagonista all’Atletico Arzignano Cornedo, al Blue Team Trissino C5, al Valdagno C5 e all’Isola 5, dove inizia la sua collaborazione nel 2016 a soli 24 anni, e dove rimane fino alla scorsa stagione. Proprio con quest’ultimo club inizia a ricoprire ruoli molto importanti a livello manageriale, diventando di fatto una figura molto apprezzata da tutto l’ambiente biancorosso (dg dal 2020). Fortemente voluto da tutto l’ambiente, Pretto torna ora in bluamaranto con un ruolo molto importante, nella squadra della sua città, con grandissimo entusiasmo, e sarà subito operativo, al fianco del ds Luca Consolaro, nella costruzione della nuova squadra e nella programmazione della prossima stagione sportiva.

“Siamo tutti molto contenti del ritorno a casa di Pretto -spiega il presidente Stefano Bulleghin- perché il nostro staff si rafforza con un dirigente che ha acquisito molta esperienza negli ultimi anni, ma soprattutto che è cresciuto in questo ambiente, e che metterà la sua passione ed amore per i nostri colori a disposizione di tutti noi”.

 

Ecco la prima intervista di Michele Pretto come nuovo dg bluamaranto

 

Michele Pretto, è ufficiale il tuo arrivo al Futsal Cornedo come nuovo direttore generale. Soddisfatto per aver trovato l’intesa col club bluamaranto?

“Sono molto soddisfatto dell’intesa trovata con la società dopo vari anni che il nome era accostato ai colori bluamaranto”.

Un accordo che arriva per te dopo tanti anni lontano “da casa”. Ti chiedo con che spirito di prepari a vivere questa nuova avventura?

“Tornare a casa e farlo per l’ingresso principale è sicuramente un orgoglio per me che sono nato e cresciuto con i colori bluamaranto”.

Lavorerai a stretto contatto col ds Luca Consolaro, una figura centrale del club. Che cosa ti senti di garantire alla gente che non ti conosce ancora?

“Con Consolaro c’è un rapporto di amicizia e stima reciproca da molti anni: impegno, presenza ed immensa passione per questo sport è sicuramente un aspetto che ci accumuna e ci lega molto”.

Tu che hai visto da fuori tanti altri club in questi anni, cosa rende unico questo ambiente rispetto a tutti gli altri?

“Ho avuto la fortuna di collaborare con altre società del panorama vicentino del futsal, soprattutto con l’Isola5, ambiente anch’esso molto caldo e passionale, ma la voglia di futsal e l’amore per questo sport che ho respirato in questi primi giorni in bluamaranto mi hanno subito impressionato in modo positivo e dato ancor di più la convinzione che si possono raggiungere traguardi importanti”.

Non dimenticando che da ragazzo eri tra i “capi ultras” del Cornedo, che messaggio mandiamo ai tifosi di Cornedo in vista della prossima stagione?

“Sono cresciuto con questi colori, posso dire di averli tatuati sul petto, ai nostri tifosi posso promettere che cercheremo di costruire una squadra che divertirà e che lotterà per questa maglia fino all’ultimo secondo della stagione per conquistare gli obbiettivi che ci saremo prefissati”.

 

Ufficio Stampa Futsal Cornedo