I bluamaranto di Ranieri ritornano a far punti dopo lo scivolone di San Martino di Lupari, pareggiano per 4-4 in un palazzetto strapieno con reti di Grigolato, Marzotto, Fahmi e Carone. Ora testa alla trasferta di Belluno

IL TABELLINO
Futsal Cornedo – Isola 5 4-4 (pt 3-2)
Futsal Cornedo: Marzotto, Rossi, Carone, Tibaldo, Buonanno, Degeneri, Grigolato, Cailotto, Fahmi, Pizarro, Boscaro, Rubega. All. Ranieri.
Isola 5: Parolin, Sbicego, Paulinho, Casara, Concato, Siviero, Fink, Dal Grande, Cleverson, Negro, Gennarelli, Veloteri. All. Struzziero-Bosco
Arbitri: Sommese di Lecco e Chirvasuta di Monza. Crono: Benetti di Vicenza
Reti. Pt 4’30 Grigolato (FC), 9’30 Concato su rig (I), 14’30 Paulinho (I), 15’ Marzotto su tl (FC), 17’30 Fahmi (FC). St 2’ Siviero (I), 17’40 Carone (FC), 17’45 Concato (I)
Note. Ammoniti: Dal Grande, Buonanno, Cailotto, Pizarro, Signori, Marzotto, Signori.

CORNEDO – Si chiude con un pareggio tutto sommato giusto il derby tra Futsal Cornedo ed Isola 5, giocato in un Paladegasperi finalmente tutto esaurito dopo due anni di restrizioni covid, con uno spettacolo di tifo da ambo le parti. Finisce 4-4 una partita giocata ad altissimo livello da due squadre che meritano di andare entrambe ai playoff: il Cornedo per aver sopperito con cuore e grinta alle assenze di Amoroso e Brancher, e l’Isola per essere stata capace di non far sentire troppo la mancanza dei due portieri titolari Urbani e Gonella.


Pronti via e il Cornedo parte forte con due chance per Fahmi e Boscaro. Ma a sbloccare il risultato ci pensa capitan Grigolato al 4’30 con una punizione che buca barriera e Parolin: 1-0. L’Isola rialza subito la testa e inizia a farsi pericolosa dalle parti di Rubega (tra i pali al posto di un acciaccato Marzotto) con l’ex Sbicego e soprattutto con Paulinho. Al 9’30 arriva il pari isolano, con Concato che realizza un rigore concesso per fallo di mano in area di Cailotto: 1-1. Lo stesso Cailotto scalda le mani al portiere, prima che Grigolato e Fahmi mettano in difficoltà la difesa ospite. Al 14’30 arriva il primo vantaggio degli ospiti, con una punizione dal limite perfettamente sfruttata, col tocco vincente da due passi di Paulinho: 1-2. Al Cornedo però bastano trenta secondi per pareggiare, con il tiro libero realizzato dal portiere Marzotto, abile a superare il collega Parolin: 2-2. Preme il Cornedo prima dell’intervallo, e si riporta avanti al 17’30 con un bellissimo mancino di Fahmi: 3-2.


Si va alla ripresa, e all’Isola bastano due minuti per pareggiare i conti, con un’azione corale che porta Siviero a segnare da due passi su perfetto assist di Signori: 3-3. Il Cornedo attacca con Boscaro e Grigolato, che viene fermato dalla traversa. L’Isola si fa vedere con Gennarelli e Signori, quest’ultimo fermato dal palo, ma il Cornedo ribatte con Buonanno e Grigolato. L’Isola sfiora il gol con il colpo di tacco di Paulinho che termina sul palo, ma nel finale succede di tutto. Al 17’40 il Cornedo si porta avanti con un contropiede perfetto avviato da Buonanno e finalizzato da Carone: 4-3. Ma nell’azione successiva l’Isola gioca alla perfezione col portiere di movimento e pareggia i conti con Concato: 4-4


Finisce dunque con un pareggio che alla fine rispecchia bene l’andamento della partita, col Cornedo che torna a far punti dopo lo scivolone di San Martino di Lupari, e con l’Isola che rallenta leggermente dopo le cinque vittorie di fila con cui si era presentata al Paladegasperi. Adesso si torna a lavorare da subito, per il rush finale: sabato prossimo alle 16.00 alla Spes Arena di Belluno contro la Canottieri, e tra due settimane di nuovo al Paladegasperi contro l’Udine City nell’ultima giornata di regular season