I bluamaranto di Ranieri cedono 2-1 ad un avversario che ha giocato una partita di grande intensità, ma negli ultimi minuti si sono visti negare un rigore nettissimo su Amoroso (ingiustamente ammoniti per simulazione). Ora serve resettare tutto e ricompattarsi in vista del derby di Isola di sabato prossimo

IL TABELLINO

Futsal Cornedo – Gifema Luparense 1-2 (pt 1-0)

Futsal Cornedo: Marzotto, Rossi, Tibaldo, Carone, Brancher, Buonanno, Grigolato, Amoroso, Fahmi, Degeneri, Boscaro, Fioraso. All Ranieri

Gifema Luparense: Kovacevic, Moscoso, Tosetto, Beltrame, Guidolin, Ait Cheikh, Hachimi, Scapolo, Battistella, Bortolini, Cocchetto, Massarotto. All. Donisi

Arbitri: Criscione di Bergamo e Chivasuta di Monza. Crono: Rasia di Bassano del Grappa

Reti. Pt 12’30 Amoroso (FC). St 4’50 Hachimi (L), 18’ Guidolin su Rig (L)

Espulso: st 18’ Rossi (FC) per comportamento non regolamentare. Ammoniti: Carone, Buonanno, Bortolini, Ranieri, Amoroso, Grigolato

Si interrompe al Paladegasperi la serie di sette vittorie consecutive del Futsal Cornedo. Vince la Gifema Luparense per 2-1 all’ultimo respiro. Ma non sono mancate le polemiche per le decisioni dei direttori di gara nel finale che hanno pesantemente influenzato il risultato. Nessuno intende mettere in discussione la bontà della prestazione dell’avversario, che ha giocato una gran partita, ma al tempo stesso si richiede alla classe arbitrale un pizzico di attenzione in più verso una squadra che in tutte le partite casalinghe ha sempre subito decisioni che in un modo o nell’altro l’hanno penalizzata.

Pronti via e la Luparense parte a razzo con tre chance in meno di un minuto con Guidolin, Moscoso e Hachimi. Il Cornedo ci prova con Boscaro, ma sono gli ospiti ad essere più in palla: si registrano occasioni per Hachimi, Guidolin e Ait. Nel momento migliore dei padovani, però, il Cornedo ha un sussulto, e sblocca a sorpresa il risultato con la dodicesima rete stagionale di Amoroso su assist di Boscaro. Nel finale di prima frazione le due squadre giocano a viso aperto, e i due portieri chiudono a Guidolin, Hachimi, Buonanno, mentre il palo dice di no a Carone.

Si va alla ripresa e ancora una volta è la Luparense a giocare meglio: Marzotto dice di no a Moscoso, mentre Kovacevic si oppone a Buonanno e Brancher. Al 5’ i padovani arrivano al pareggio, con Hachimi che direttamente su punizione buca la barriera e riporta la situazione in parità. Il palo dice di no a Boscaro, e Brancher calcia di poco alto. La Luparense colpisce il palo con Guidolin. Al 17’ l’episodio chiave del match: Amoroso salta l’uomo, entra in area e al momento del tiro viene steso da dietro. L’arbitro lo ammonisce per simulazione tra le proteste generali. Sul seguente contropiede Rossi ferma il pallone con la mano in area e viene espulso; rigore di Guidolin e gol vittoria per gli ospiti, che resistono all’assalto finale dei bluamaranto col portiere di movimento.

Vince la Gifema, ed ora serve ricompattarsi velocemente, perché settimana prossima c’è il derby con l’Isola 5 in trasferta.

Ufficio Stampa ASD Futsal Cornedo