Il bomber della squadra, che piano piano sta ritrovando la condizione dopo l’infortunio di inizio gennaio, analizza l’importante successo col Bissuola, il momento della squadra, e carica l’ambiente verso il difficilissimo derby che ci aspetta il 04 marzo al Paladegasperi con l’Isola

CORNEDO – Non era una partita come tutte le altre. Non poteva esserlo visto che era uno scontro diretto contro una squadra con cui si era già perso due volte in stagione, e non poteva esserlo nemmeno perché si veniva dal più pesante ko interno che la recente storia del Futsal Cornedo può ricordare. C’erano due possibilità: o la squadra si faceva prendere dalla paura, oppure reagiva, con cuore, carattere e grinta. E per fortuna è capitata questa seconda opzione, coi ragazzi di Ranieri che col Bissuola hanno centrato una vittoria importantissima. Ne parliamo con il bomber Fabrizio Amoroso.

“Abbiamo centrato una vittoria importantissima -spiega- perché avevamo perso entrambi i precedenti. Sapevamo che ci aspettava una battaglia, e stavolta l’abbiamo affrontata meglio delle altre due. Venivamo da una brutta partita col Prata, e quindi era doppiamente difficile. Non era facile rialzare la testa dopo la scoppola della settimana prima, ma abbiamo giocato da grande squadra dimostrando di essere un gruppo vero”.

Il bomber analizza il momento che sta vivendo il gruppo, a metà di un girone di ritorno tutto da vivere: “La squadra conferma di star bene. Stavamo bene prima di Prata e stiamo bene ora. Siamo consapevoli che la strada è ancora lunga, ma sappiamo altresì che stiamo migliorando molto e crescendo di settimana in settimana. Non era affatto scontato dopo il 9-0 riuscire a trasmettere in campo una rabbia positiva, ma noi ci siamo riusciti. Si rischiava di poter cadere nel baratro, ma siamo stati bravi a tirarcene subito fuori”.

Per Amoroso il gol del Pala Bruno è stato il primo dopo l’infortunio: “Sono felice per il gol, ma non era certo un’ossessione. Sapevo che sarebbe stato difficile dopo lo stop, ma sono tranquillo perché il gol prima o poi arriva. Quando poi si alzerà un po’ il minutaggio, sono sicuro che si alzerà pure la mia media gol”.

Mancano ora sette finali: “Le sensazioni per il finale di stagione sono buone. Lo sono perché stiamo bene, perché siamo una squadra forte. Non possiamo abbassare la guardia, perché mancano ancora tantissime partite, ma la vittoria col Bissuola ci permette di stare un po’ più sereni”.

Ora due settimane di lavoro, con la sosta in mezzo, per preparare al meglio un’altra partita a sé, il derby con l’Isola: “Adesso però non ci distrarremo, anzi, inizieremo già a pensare all’Isola, visto che contro di loro vengono fuori sempre partite molto complicate. Speriamo davvero di proseguire su questa strada, e toglierci qualche bella soddisfazione da qui alla fine”.

Prima di salutarci, il “Lupo” ci tiene ad un pensiero per i tanti tifosi che seguono sempre la squadra, in casa e fuori, senza farle mancare mai la giusta dose di supporto: “Sappiamo quanto il pubblico sia importante per noi, e quanto ci aiuti nei momenti di difficoltà. Anche a Mestre erano tantissimi, quindi siamo sicuri che saranno ancora una volta il nostro sesto uomo in campo. I nostri tifosi ci sono sempre stati vicini: sia nei momenti positivi, che in quelli più complicati. Quindi non vediamo l’ora di giocare questo derby, in quella che sono sicuro sarà un’atmosfera da brividi al Paladegasperi”.

Ufficio Stampa ASD Futsal Cornedo