Parola di bomber, mister e… fratello maggiore. Marinio Aalders: “Grandi e piccoli, ripartiamo tutti insieme!”

Il pivot olandese, fresco di rinnovo per la terza stagione consecutiva in blu-amaranto, parla della stagione in arrivo: “Lasciamo alle spalle un anno non semplice, ma da qui dobbiamo ripartire più determinati: l’entusiasmo di questa famiglia e la voglia di allenare i miei piccoli saranno fattori fondamentali per dare il massimo. Obiettivi? Dare il massimo e poi tireremo le somme, sono fiducioso. Giocare con mio fratello? Un sogno che si realizza.”

Cornedo Vicentino (VI) – A distanza di qualche ora dall’ufficialità del rinnovo in blu-amaranto e dell’arrivo al Futsal Cornedo del fratello Marciano, abbiamo intervistato il nostro Marinio Aalders per parlare di passato, presente e soprattutto di futuro, per quella che si spera possa essere la stagione del rilancio: “Quest’anno – come sappiamo tutti – è stato un anno difficile ma fa parte dello sport. L’importante è ripartire tutti insieme ancora più determinati e con tanto entusiasmo. Sono contento di essere rimasto qui e non vedo l’ora di ricominciare.”

Hai avuto offerte importanti, lo sanno tutti. Che cosa ti ha spinto a rimanere in blu-amaranto?
“In questa fase del mercato c’è stato parecchio interesse nei miei confronti che ovviamente mi ha fatto piacere, perché vuol dire che qualcosa di buono in campo ho fatto in questi anni. Ma ho seguito il cuore e sono rimasto. Tutta Cornedo in questi anni mi ha dimostrato fiducia e tanto affetto, sono stato accolto davvero come in una famiglia e con i piccoli abbiamo lavorato molto per costruire qualcosa di importante. Sia con loro che con la Prima Squadra non abbiamo certo finito, anzi!”

Sarai responsabile tecnico della Scuola Calcio. Che emozioni ti trasmette lavorare coi piccoli?
“Per i piccoli ho un forte debole, voglio loro un mondo di bene e quando mi saltano addosso con il sorrisone e la voglia di giocare mi danno un grande entusiasmo per aiutarli ad imparare qualcosa con tanto divertimento, che non deve mai mancare.”

Quali dovranno essere le ambizioni e gli obiettivi della Prima Squadra l’anno prossimo?
“Il primo passo è creare un gruppo solido e rispetto alla scorsa stagione dobbiamo sicuramente migliorare alcuni aspetti importanti che siamo consapevoli di aver sbagliato. Non mi piace pormi obiettivi, lo vedo come un limite: lavoriamo come un gruppo solido per ottenere i migliori risultati possibili, cercando di vincere ogni singola partita e poi alla fine si tirano le somme”.

Coronerai il sogno di giocare con tuo fratello Marciano. Come ce lo descrivi come persona e come giocatore?
“Questo era un sogno di entrambi: penso che giocare insieme ad un fratello sia un qualcosa di speciale e vogliamo cogliere l’occasione di poter lottare insieme per qualcosa di importante. A livello personale siamo proprio come due gemelli e siamo molto simili come carattere, opinioni e mentalità; come giocatori lo siamo un po’ meno: io gioco davanti e cerco sempre il gol, lui invece giocherà centrale o laterale per impostare il gioco. Ha una mentalità fortemente vincente, fisicamente sta bene e tatticamente è molto intelligente, insieme ci troviamo ad occhi chiusi e in campo parliamo la stessa lingua.”

Che input lanciamo alla tifoseria del Futsal Cornedo in vista della prossima stagione?
“Il messaggio è quello di caricarsi le pile al massimo per la prossima stagione, perché ci sarà da divertirsi. Con il loro caloroso aiuto tutti gli avversari che verranno al Paladegasperi avranno vita dura.”

Luca Consolaro
Ufficio Comunicazione Futsal Cornedo
www.futsalcornedo.it
info@futsalcornedo.it